Assemblare pc online: pc economici ma buoni

Oggi voglio proporvi una guida completa per poter assemblare pc online economico adatti alle vostre esigenze e dove poterli acquistare risparmiando un bel po’ di soldi.


Assemblare pc online economici

Quando è arrivato il momento di comprare un nuovo computer, la prima cosa che facciamo è leggere forum e siti di settore per cercare di capire quale sia l’ultima tecnologia disponibile, quali standard siano in vigore e i consigli degli esperti che ci aiutino a creare un pc perfetto per noi.

Ma spesso sottovalutiamo il fatto che per avere un pc ad esempio per ufficio, è sufficiente spendere meno di 250 euro (senza monito, tastiera e mouse) e avere allo stesso tempo fluidità e reattività. Potrete limare sulle componenti e crearvi sempre un buon pc fisso a 200 euro.

Prima cosa: capire di cosa abbiamo bisogno

Assemblare pc economico

Il 70% dei computer assemblati sono fatti per un target diverso da quello della destinazione d’uso. Infatti calibrare le risorse hardware in base allo scopo per cui verranno utilizzate è di fondamentale, ma a volte trascurata, importanza.

Come possiamo capire realmente di cosa abbiamo bisogno? Come assemblare dei computer economici ma al tempo stesso validi per i nostri bisogni?

Un Pc per ufficio economico ma potente!

pc economico ma potente

Per lavorare in ufficio, un Pc richiede prestazioni computazionali minime. A meno che non si tratti di elaborazioni video o audio (quindi di una grafica pesante, per intenderci), avere una scheda video dedicata non serve. La scheda video è uno dei componenti fra i più costosi per un Pc.

Un Pc adatto alla lettura della posta elettronica, all’uso di pacchetti Office (sia di Microsoft che di versioni libere) e alla navigazione web potrebbe essere assemblato con i seguenti componenti.

Processore

Processore dual core: non servono altri core (4, 6 o addirittura 8), visto che le operazioni simultanee sono ben eseguite anche da 2 cuori pulsanti. Processori più performanti occorrono solamente in caso di calcoli massivi e in grande quantità, come durante i giochi, oppure le elaborazioni video o anche durante scompattamenti di file compressi molto grandi e di frequentissima necessità (se scompattate qualche file zip durante una giornata lavorativa, di pochi mega, non ve ne accorgete nemmeno!). Una cosa molto importante, durante la scelta del processore, è capire se la scheda madre che andremo a comprare supporta la CPU (ecco un esempio Asus). Questo lo vedremo sul sito ufficiale del produttore, che prova sempre ufficialmente tutti processori e ne certifica il funzionamento. Quando comprate la CPU, assicuratevi che sia di tipo BOX, ovvero provvista di dissipatore con pasta termica inclusa e già applicata.

Alimentatore

Alimentatore da 500 watt: è un buon compromesso, visto che potrete collegare molti hard disk meccanici e tutte le chiavette usb necessarie. Un alimentatore di questa potenza reggerà benissimo il carico di tensione necessario ad alimentare il sistema, compresi anche i vari lettori e masterizzatori DVD.

Case

Un case middle tower va più che bene per l’ufficio. Non è molto ingombrante e comunque ha una buona capienza in termini di hardware e più che sufficiente ventilazione per il raffreddamento delle periferiche. L’unica cosa che dobbiamo tenere in considerazione è il fattore di forma, ovvero che abbia lo standard compatibile con quello della scheda madre: atx, m-atx, mini itx, etc.

Ram

Credo che dovrebbero esserci almeno 4GB di ram. Questo non perché un Pc da ufficio ne necessiti fino in fondo, ma semplicemente per poter installare un sistema a 64 bit. Così avremo un aumento in termini di performance a partire dal software, che calcolerà più velocemente.

Per la Ram, non basta la capienza, ma dobbiamo controllare la sua velocità. Ad oggi, 2018, dopo l’uscita delle nuovissime DDR4, ho riscontrato un ottimo rapporto qualità prezzo nei banchi di ram a velocità comprese fra i 1333 MHz e i 1600 MHz.

Velocità maggiori vi saranno superflue, perché sia la scheda madre che sceglierete, sia il processore, dovranno avere velocità di Bus (diciamo il canale di comunicazione fra le varie periferiche) adeguato e questo comporterà un aumento consistente della spesa, ma un accelerazione in termini di performance sostanzialmente non necessaria. Ultimo ma non meno importante fattore è capire se le ram sono compatibili con la scheda madre, dato che ogni produttore stila un elenco ufficiale di memorie testate e decretate idonee al funzionamento.

Ecco un esempio di scheda di compatibilità RAM di Asus. Scaricare la più recente e cercate al sigla delle ram per vedere se è presente.

Scheda Madre

Spesso sottovaluta come componente, è il cuore vero e proprio di tutto il Pc. Da qui passano le informazioni che vengo processate dal processore, dalla RAM e dalla scheda video e vengono veicolate alle varie periferiche e terminali (chiamato precedentemente Bus). La scheda madre va scelta in base a 3 fattori.

  • Il socket del processore, ovvero il tipo di attacco.
  • La velocità del bus che vogliamo, compatibile con il processore e le ram e il supporto ai servizi di cui abbiamo bisogno. Per un Pc da ufficio, consiglio un bus da 1333 MHz e
  • La presenza di porte usb 3.0 sul retro. Possiamo anche desiderare di avere le porte usb 3.0 sul fronte del case, in questo caso dobbiamo assicurarci che la scheda madre abbia un connettore che, attraverso un cavo compreso nel case che ha queste porte disponibili anteriormente, verrà collegato per rendere operativo il tutto.

Sembra difficile, ma leggendo le specifiche di qualsiasi scheda sul sito del produttore si capisce immediatamente.

Dischi

L’hard disk: per l’ufficio tendo sempre a consigliarne 2, anche se in realtà sarebbe sufficiente 1. Consiglio un hard disk meccanico, di capienza 500 GB o 1 TB (oppure più grande se ne avete bisogno) e un hard disk a stato solido, anche piccolo di capienza, dove andrete ad installare il sistema operativo e i vari programmi. Questo perché i vantaggi sono almeno 2, e molto grandi.

  • La possibilità di tenere separati i dati dal sistema operativo ci permetterà di poter formattare il Pc in qualsiasi momento senza dover effettuare backup.
  • La velocità di un SSD (disco a stato solido) incrementerà le performance notevolmente, a fronte di un modica cifra.

Altro

Ventole: anche questo fattore è importante, perché ogni componente elettronico, alimentato da una tensione, crea sempre una produzione di calore, variabile a seconda del grado e intensità di utilizzo e deve essere smaltito correttamente. Consiglio l’uso di almeno 2 ventole da 120 millimetri, una da porre sul fronte, l’alta sul retro o sul lato di fronte al processore, ovvero la periferica che scalda di più.

Cavetterie: quando acquistate una scheda madre, in genere trovate almeno 2 connettori sata. Quindi per un lettore e un hard disk siete a posto, se volete aggiungere ad esempio un altro disco, dovrete comprare un’altra scarpetta sata.

Vi assicuro che computer economici assemblati con questi criteri vi faranno risparmiare e al tempo stesso vi garantiranno una buona performance.

Un caso pratico

pc economico da 200 euro ma buono e potente.

 

Ecco i miei componenti (con alcune variazioni adatte alle mie esigenze) che potete acquistare tutti in promozione su AMAZON:

La spesa minima va dai 200 fino ai 300 – 350 euro comprensiva di monitor, tastiera e mouse. Davvero vantaggiosa!

computer economici con risparmio

Conclusione

Per l’assemblaggio manuale vi consigli di leggere una precedente guida che vi aiuterà nella distinzione e comprensione dei vari pezzi hardware. Seguendola non avrete problemi nel montaggio!

Anche se Amazon, secondo la mia esperienza, è uno dei migliori siti dove acquistare componenti online, vi offro inoltre un elenco dei migliori siti alternativi per l’acquisto.

Spero che questa guida possa esservi di aiuto per assemblare pc online per poi farlo manualmente a casa o in ufficio. Costruire computer economici ma buoni non è un miraggio, basta conoscere come si relazionano le varie componenti tra loro per poi sceglierle in maniera intelligente!

Piaciuto? Aiutaci a crescere condividendo!

Condividi su Facebook. Condividi su Google+. Condividi su Twitter. Stampa questa pagina.


Articolo scritto da , inserito nella categoria Informatica, il .

Commenti dei lettori

  1. Avatar nei commenti del Blog di Web Siena manuel Lettore di Web Siena Blog

    Ciao vorrei sapere se conosci un buon processore, costo non tanto elevato, con buone prestazioni, della Intel, max 80 euro.

    E se mi sapresti consigliare qualche VGA sempre con buone pretazioni e costo modico. Uso gaming a bassi e medi livelli.

  2. Avatar nei commenti del Blog di Web Siena Fabrizio Betti - Autore Lettore di Web Siena Blog

    Ciao,

    Guarda sicuramente come processore a meno di 80 euro ti consiglio a occhi chiusi il Pentium G3258. Il link ti porta alla migliore offerta su Amazon. Considera che è l’edizione del millenio di Intel e per celebrarla, il procio ha il moltiplicatore sbloccato, quindi se hai un buon dissipatore lo tiri su che è una bellezza!

    Per la scheda video direi comunque di andare su NVidia, magari una bella Asus GTX750 TI, versione OC, con 2GB di RAM. Considera che questa è una scheda piccola in dimensioni, consuma pochissimo e ci giochi traquillo a giochi come Battlefield Hardline. chiaramente non puoi chiedere molti FPS, ma il gioco gira bene, specie se usi almeno 8 GB di ram almeno a 1333 MHz (meglio 1600).

    Ho fatto un Pc su Amazon proprio con queste due periferiche, mettendoci un piccolo SSD da 60 GB. Il computer è fantastico e ho speso in tutto 350 euro comprenso mouse e tastiera. Secondo me è da farsi. I link che ti ho messo sono alle promozioni, se sei interessato prendi i componenti subito che se no scadono.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *