Netbook lento? Ecco cosa puoi fare!

Il netbook non è altro che un portatile (o notebook) ma con caratteristiche dedicate alla massima portabilità. Infatti non sono più grandi di 10 pollici, pesano molto poco e purtroppo hanno un hardware molto poco performante per privilegiare l’autonomia della batteria. Quindi capita spesso di ritrovarsi tra le mani un netbook lento!

netbook lento. Come velocizzare al massimo il Pc.

LINK VELOCI:

Se siete capitati in questo articolo sarete un po’ stufi di aspettare minuti per eseguire un semplice comando, quindi vi dico passo passo come poter velocizzare il vostro netbook per incrementare performance ma non perdere la lunga vita delle batterie.

Soluzioni hardware

Come in tutti i portatili, se lenti, è possibile sostituire l’hard disk con uno più veloce, come gli hard disk SSD, ovvero a stato solido, in grado di incrementare la velocità di lettura e scrittura di ben 5-10 volte!

Potere aumentare la vostra RAM, il serbatoio delle operazioni già compiute, così potrete velocizzare le applicazioni già eseguite in passato. Consiglio almeno 2 GB, in grado di dare la giusta quantità di memoria libera, senza rimanere a secco per colpa di sistemi operativi Windows (linux, come ubuntu, è molto più efficiente e consuma meno RAM).

Soluzioni software (per Windows)

Il collo di bottiglia in genere è il sistema operativo che nel tempo si è “sporcato” a causa di corruzioni nel software dovute a installazioni e disinstallazioni ripetute molte volte durante l’utilizzo.

CCleaner: già menzionato più volte in questo blog, è il programma giusto per fare un’ottima pulizia. Si possono eliminare i programmi in eccesso e riparare, successivamente, le corruzioni del file di registro.

Quello che non serve va cancellato! Prima di eseguire la ripulitura del sistema operativo per accelerare il vostro netbook, dovete fare una valutazione approfondita dei programmi che non utilizzate o sostituirli con alcuni più efficienti.

Per esempio, molti usano Nero per masterizzare: ma la suite di nero comprende una lunga serie di altri programmi che magari voi non utilizzerete mai. Date una lettura ai migliori programmi per masterizzare, troverete sicuramente degli ottimi candidati leggeri e completi.

Attenzione ai programmi “doppioni“! Quando controllate, assicuratevi di non installato più di un programma per fare le stesse cose. Esempio classico sono i browser: se volte usare Firefox o Chrome, perché continuare ad usare Internet Explorer, che tra l’altro non è neanche nel podio fra i browser più veloci?!

Programmi da evitare

Java: da non confondere con javascript, è un programma che in generale, specialmente in un netbook, non se ne ha bisogno. E’ un pacchetto applicativo molto pesante, in grado di darvi una miriade di funzionalità, ma al tempo stesso, vi rallenterà il Pc.

Skype: ho notato che se si ha in esecuzione automatica Skype, i netbook con poca RAM accusano un po’ il colpo. Cercate di non usarlo, meglio Google Hangout.

Programmi per i router come quelli di Alice, non servono! Disinstallateli, tanto il vostro router, se impostato correttamente, funzionerà da dio lo stesso.

Cancellate i programmi che avete trovato installati dopo l’acquisto, tranne i driver. Giochi, plugin e software in prova sono solo un surplus, se interessa qualcosa che dovete installare fatelo, ma togliete l’eccesso.

Il risparmio energetico: solo quando non si lavora seriamente

Il risparmio energetico limita la frequenza del processore e di altre parti hardware così da mantenere un livello basso nei consumi della batteria. Ma quando si ha bisogno di potenza, ricordatevi di impostarlo su “Prestazioni elevate“. Vi assicuro che soprattutto nei netbook noterete un grande incremento della velocità di caricamento ed esecuzione dei programmi!

Ancora meglio sarebbe impostare il risparmio di energia solamente durante l’uso della batteria, mentre se serve più velocità potete attaccare il cavo di alimentazione per avere performance massime.

Se avete altri spunti, curiosità, setup personali che volete condividere con la community del blog, non vi basta altro che scriverlo nei commenti, gli altri lettori lo troveranno sicuramente interessante!

Articolo scritto da Fabrizio Betti , inserito nella categoria Informatica, il .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *