Non trovo più l’hard disk, come posso fare?

A quanti di noi è capitato di non vedere più l’hard disk, in occasione di un nuovo acquisto oppure quando si mette un hard disk anche vecchio all’interno del computer fisso e questo però non risulta essere visibile.


Non trovo hard disk. Come vederlo di nuovo.

Cosa fare?

Le ragioni per cui un hard disk non è visibile posso essere imputate maggiormente al tipo, alla perdita o assenza di formattazione.

La formattazione è una sorta di imprinting software, necessaria a far riconoscere lo spazio disponibile al vostro sistema operativo (l’unità C solitamente in cui è installato Windows, se ne trattiene sempre una parte che andrà decurtata da quella totale).

Come vedere di nuovo il disco usando Windows

Molti non lo sanno ma nel pannello di controllo c’è una sezione dedicata alla gestione avanzata di Windows (Da Xp, Vista, Seven e anche nell’8 e 8.1).

  • La sezione è denominata “Strumenti di amministrazione”.
  • Una volta aperta, dovete andare in “Gestione computer”.
  • Nella sezione “Archiviazione”, selezioniamo “Gestione disco”.
  • Ci siamo. Qui compariranno tutti vostri hard disk, uno per riga, nella parte inferiore della schermata.

Se l’hard disk che non si vede ha un colore nero è un ottimo segno: deve ricevere una formattazione ex novo, ricreando quella che si chiama allocamento dello spazio. Il procedimento si applica allocando lo spazio cliccando con il destro sull’area di questo colore. Così vi verrà chiesto, durante la prosecuzione, quale spazio allocare. Il suggerimento è sempre tutto lo spazio, cosa quasi sempre ideale, a meno che non vogliate avere più partizioni. In quest’ultimo caso dovrete scegliere le dimensioni da assegnare a ciascuna partizione.

Se l’hard disk ha un colore nero ma Windows vi segnala un problema, è sintomo di una mancata formattazione (o persa, o incompatibile) e quindi è urgente riformattare il disco per riaverlo disponibile. In questo caso non sarà necessario un nuovo riallocamento dello spazio.

In entrambi questi casi, l’hard disk perderà i file e i contenuti salvati al suo interno, quindi, se vi premere recuperarli, non dovrete MAI riallocare le partizioni, ne tanto meno formattarle!

E’ possibilie recuperare i file cancellati ma non sempre l’esito è positivo.

Questa procedura vi servirà a farvi vedere l’unità disco, assegnandoli in automatico (o scegliendola voi) la lettera che comparirà in “Risorse del Computer” o “Questo Pc” (a seconda della versione del sistema operativo installato).

Se l’hard disk è nuovo, potete eseguire la formattazione veloce, tanto essendo appena uscito di fabbrica non avrà dati scritti al suo interno, mentre se il disco è già stato usato e i dati erano stati salvati precedentemente, vi suggerisco di effettuare un partizione approfondita, in grado di “spianare” in maniera ottimale ogni traccia precedentemente occupata da dati e informazioni.

Esistono anche programmi che aiutano a riallocare gli spazi ed effettuare formattazioni di basso livello (come quelli di fabbrica). Mi è capitato di usarli in un paio di dischi ma purtroppo in uno non è stato sufficiente a ricondizionarlo. Questo succede quando le partizioni vengono perse, specialmente quella madre, in cui il costruttore scrive i dati necessari all’inizializzazione hardware.

Ciò non toglie che se siete in una situazione disperata e gli strumenti di Windows non sono risultati efficaci, un programma specifico vi può risolvere il problema.

Linux e hard disk dei NAS

Chi ha usato un disco in ambiente linux e vuole vederlo su Windows, specialmente se prima faceva parte di un RAID 1, deve seguire un trucchetto per poterli vedere, altrimenti rischia di compromettere l’hard disk.

Quando si vuole recuperare i dati da un disco che era in un NAS, non si può farlo direttamente da Windows ma serve leggerli da Linux. Vi consiglio, se non avete un Pc con questo sistema operativo installato, di scaricarvi Ubuntu, in versione Live.

Cosa è Ubuntu in Live?

Semplice, è un sistema operativo che grazie a un disco che vi sarà stato richiesto per la sua masterizzazione, sarà eseguibile senza una vera e propria installazione, quindi potrete avviarlo, leggere i dati degli hard disk in Raid o no di un NAS o di un sistema operativo Linux, salvarli in un altro disco e poi potrete formattare il tutto, scegliendo il tipo di formattazione, fra Fat32 o NTFS.

FAT32 o NTFS?

Dipende, la FAT32 era nata per Xp, mentre l’NTFS è nata con Vista e viene utilizzata anche in Windows 8.1. Quindi vi suggerisco di scegliere il tipo di formattazione in base al sistema operativo che avete o che desiderate installare.

Spero che questa guida potrà esservi utile nel farvi vedere di nuovo l’hard disk, oppure vedere i dati salvati al suo interno. Se avete problemi o dubbi, i commenti saranno un ottimo strumento per chiedere assistenza o aiutare gli altri fan di Web Siena Blog.

Piaciuto? Aiutaci a crescere condividendo!


Condividi su Facebook. Condividi su Google+. Condividi su Twitter. Stampa questa pagina.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *